Attenzione: Per operazioni di manutenzione sistemistica l'accesso al sito web per i soci e la consultazione di alcuni dati statistici sono bloccati sino a termine lavori.
IX Congresso Gruppo di Studio di Aferesi Terapeutica della Società Italiana di Nefrologia
Dal 21/11/2014 al 22/11/2014
Tipologia: Congressi
IX Congresso Gruppo di Studio di Aferesi Terapeutica della Società Italiana di Nefrologia Sede del Congresso
Mole Vanvitelliana

Presidenti
Giovanni M. Frascà, Mario Piani

Patrocini
Società Italiana di Nefrologia (SIN)
Società Italiana di Emaferesi e Manipolazione cellulare (SIdEM)
Gruppo di studio Aferesi Terapeutica

Coordinatore
Maria Cossu

Consiglieri
Paola Brescia, Riccardo Losappio, Stefano Passalacqua, Fabrizio Valente

Segreteria Scientifica
Ghil Busnach, Luigi Moriconi, Stefano Passalacqua, Alfonso Ramunni

Comitato organizzatore locale
Luciano Bibiano, Mario D’Arezzo, Paolo Freddi, Anna Stella Strusi

P R E S E N TAZIONE
D a quando è stata introdotta nella pratica clinica, l’aferesi terapeutica ha sempre rappresentato un trattamento di frontiera, riservato a patologie complesse, spesso a prognosi infausta o con elevata morbidità, che non avevano trovato risposte soddisfacenti nelle terapie disponibili.
Negli anni l’aferesi terapeutica si è costantemente evoluta di pari passo con il progredire delle conoscenze, sia nelle indicazioni cliniche che negli aspetti tecnici, con lo sviluppo di modalità di rimozione
selettive che hanno consentito interventi mirati sui meccanismi patogenetici delle varie patologie, aprendo nuove possibilità di trattamento.
L’edizione 2014 del congresso del Gruppo di Studio di Aferesi Terapeutica della Società Italiana di Nefrologia si propone di offrire una panoramica aggiornata della diverse tecniche di rimozione oggi disponibili e del loro utilizzo nella pratica clinica, e non a caso è stato organizzato in collaborazione fra Nefrologi e Medici di Medicina Trasfusionale, accomunati dall’impiego dell’aferesi terapeutica nella pratica quotidiana e dalla necessità di condividere e ottimizzare i percorsi di cura per essere in grado di offrire ai pazienti i trattamenti più appropriati alla loro patologia.
Giovanni M. Frascà, Mario Piani
Stampa la pagina
Attenzione: Per operazioni di manutenzione sistemistica l'accesso al sito web per i soci e la consultazione di alcuni dati statistici sono bloccati sino a termine lavori.