Attenzione: Per operazioni di manutenzione sistemistica l'accesso al sito web per i soci e la consultazione di alcuni dati statistici sono bloccati sino a termine lavori.
Invito alla adesione a lavori multicentrici-multidisciplinari
30/01/2006

Nel corso degli ultimi incontri tra gli addetti ai lavori nella aferesi terapeutica, sia in sedi congressuali (Società Italiana di Emaferesi: Grado, giugno 2005; Gruppo di studio per l'Aferesi Terapeutica (S.I.N.): Bologna, novembre 2005) che nel corso di riunioni e seminari, è stata reiteratamente sottolineata la necessità di realizzare studi multicentrici e multidisciplinari. In tempi di medicina basata sulle evidenze, sempre più si avverte la necessità di dover operare con la certezza di proporre scelte clinicamente corrette e scientificamente convalidate. Sono fin troppe le indicazioni alla aferesi terapeutica appartenenti alla cosiddetta "zona grigia". Vorremmo cercare di non arricchire questa area ed affrontare con spirito clinico corretto il trattamento delle cosiddette "patologie emergenti". Si ritiene che il registro, quale crocevia di incontro di tutte le specialità interessate all'aferesi, possa rappresentare il giusto mezzo per richiamare la attenzione, di chi ha già maturato l'importanza di condividere le proprie esperienze, su un programma di studio che vuole essere multicentrico e multidisciplinare.

Si tratta di uno studio prospettico che interessa quattro "malattie emergenti" accomunate da un meccanismo patogenetico simile, la compromissione del microcircolo, ed una indicazione terapeutica simile, la reoaferesi. Uno studio che si differenzia in quattro bracci, che possono poi risultare indipendenti, e che prevede almeno una fase organizzativa comune.

Valutazione della efficacia della aferesi terapeutica nel trattamento della:
a) Neuropatia ottica ischemica, variante non arteritica.
b) Sordità improvvisa.
c) Maculopatia degenerativa senile.
d) Patologia ischemica degli arti inferiori in pazienti affetti da IRC.

I relativi protocolli sono stati disegnati, con il supporto della letteratura esistente, approvati dal comitato etico delle sedi di appartenenza degli Autori, e sono in programma di attuazione. Esistono quindi delle basi di partenza su cui promuovere una attività multicentrica.

Il programma dei quattro studi prevede una evoluzione analoga attraverso 3 fasi:
1) Censimento. Diffondere quanto più possibile il progetto di studio (comunicazioni via mail tra le vari società) per promuovere interesse e raccogliere adesioni.
2) Condivisione del protocollo. Organizzazione di una riunione aperta a tutti coloro che aderiscono allo studio per adeguare il progetto di protocollo alla nuova situazione. Definire il disegno dello studio, gli end-points, la numerosità del campione, i controlli, la durata dello studio ecc.
3) Organizzazione. Definire sotto un profilo operativo i compiti di ciascuno.
4) Inizio dello studio e buon lavoro!

Siamo attualmente nella prima fase operativa (diffusione del progetto ed arruolamento) che si concluderà con il mese di febbraio, e sarà immediatamente seguita da una riunione organizzativa. Con i mezzi informatici disponibili stiamo cercando di divulgare il programma e cointeressare le varie specialità.

A seguire sono riportate le bozze dei protocolli preparati dai colleghi che già da tempo si sono dedicati a questi argomenti, e che fungeranno da referenti, coadiuvati dalla redazione del registro.

Protocollo neuropatia ischemica del nervo ottico (formato Acrobat Reader 10 KB)
Protocollo la sordità improvvisa (formato Acrobat Reader 10 KB)
Protocollo maculopatia degenerativa senile (formato Acrobat Reader 61 KB)
Protocollo patologia ischemica arti inferiori (formato Acrobat Reader 13 KB)

CONTATTI

REFERENTE PER LO STUDIO SULLA NEUROPATIA ISCHEMICA DEL NERVO OTTICO, E SULLA SORDITA' IMPROVVISA:

Alfonso Ramunni
Nefrologia e Dialisi
Policlinico di Bari P.zza G. Cesare, 11-70124 - Bari
Tel. +39 080 5592735
Fax +39 080 5478675
E-Mail: a.ramunni@nephro.uniba.it

 

REFERENTE PER LO STUDIO SULLA MACULOPATIA DEGENERATIVA SENILE, E SULLA ARTERIOPATIA DEGLI ARTI INFERIORI:

Rodolfo Puccini
Nefrologia, Dialisi e Trapianto
Ospedale Santa Chiara
Via Roma, 57-56100
Tel. +39 050 992802
Fax +39 050 992802
E-Mail: r.puccini@ao-pisa.toscana.it

 

IN ALTERNATIVA LE COMUNICAZIONI RELATIVE CIASCUNO DEGLI STUDI IN PROGRAMMA POSSONO ESSERE INVIATE A:

Stefano Passalacqua
Nefrologia, Dialisi e Aferesi
C.I. Columbus - Università Cattolica del S. Cuore
Via Giuseppe Moscati, 35 - 00168 - Roma
Tel. +39 06 3503776
Fax +39 06 3503428
E-Mail: passalacqua@aferesi.it

Stampa la pagina
Attenzione: Per operazioni di manutenzione sistemistica l'accesso al sito web per i soci e la consultazione di alcuni dati statistici sono bloccati sino a termine lavori.